Odontoiatria

Sedazione cosciente

Quanto ci piacerebbe credere alla raccomandazione "stai tranquillo, non avvertirai alcun dolore!".


Eppure, secondo le ultime indagini del 2016, circa il 30% della popolazione evita un appuntamento dal dentista, perché lo considera una vera e propria tortura, sia dal punto di vista fisico che psicologico. Riscontrare un disturbo di tipo odontoiatrico, vuol dire avere un problema di salute, che deve essere risolto. Però spesso l’odontofobia induce ad evitare o rimandare le cure, comportando un aggravamento della condizione iniziale, che dovrà successivamente essere risolto, con cure ancora più complesse e più costose. Per questo motivo, è bene che uno studio odontoiatrico sia al passo con i tempi, quindi attrezzato e specializzato nelle nuove tecnologie. È importante non perdere la fiducia del proprio paziente!

Oggi la medicina e l’odontoiatria moderna sono scese in campo con una nuova tecnica analgesica: la sedazione cosciente. Grazie a questa innovazione i pazienti possono affrontare la propria paura, ed andare dal dentista senza stress.
Esistono due tipologie di sedazione cosciente: quella inalatoria e quella endovenosa. Vediamole entrambe nello specifico

 

Sedazione cosciente inalatoria mediante il protossido d’azoto o “gas esilarante”

  La sedazione cosciente inalatoria è molto semplice e maneggevole, in termini anestesiologici.     Consiste nell’utilizzare delle apposite mascherine nasali, attraverso le quali il paziente respira una miscela di due gas, ossigeno e protossido d’azoto, le cui percentuali, dosate da un miscelatore automatico, sono fisse ed invariabili (30% di protossido d’azoto + 70% di ossigeno).  Dopo pochi minuti, dall’inizio della somministrazione, il soggetto viene invaso da un senso di totale rilassamento neuro-muscolare, pur restando cosciente, vigile e soprattutto collaborante. Avverte un particolare benessere psico-fisico che annulla le precedenti paure ed ansie. I tessuti della bocca presentano una evidente riduzione della sensibilità al dolore. Terminato l’intervento e respirato ossigeno puro, dopo massimo 20 minuti, il paziente può tranquillamente tornare alle proprie funzioni quotidiane, lasciare autonomamente lo studio dentistico e addirittura guidare. La sedazione cosciente con il protossido di azoto è un metodo sicuro, atossico ed anallergico. Infatti il gas non viene metabolizzato dall’organismo, ma espulso velocemente attraverso la respirazione stessa.
Il protossido d’azoto venne, pubblicamente, usato per la prima volta nel 1844 da un medico americano, Wells, che lo usò per praticare un’estrazione dentale. I risultati riscontrati sul paziente furono: uno stato di ebbrezza e una forte diminuzione della sensibilità al dolore. Questa scoperta ha permesso l’impiego di questo gas in vari campi della medicina. Si tratta di un’anestesia molto leggera, questo permette, se necessario, di ripeterla più volte a breve distanza di tempo, condizione impensabile per la tecnica anestetica tradizionale.

 

Sedazione cosciente per via endovenosa

La sedazione cosciente endovenosa, invece, consiste nel somministrare per via endovenosa un composto fatto da una determinata quantità di benzodiazepine (ad esempio Valium, Ansiolin) insieme ad uno dei tanti analgesici narcotici, come la morfina. Il dosaggio viene eseguito da un anestesista che valuta anche l’anamnesi del paziente e il tipo di trattamento da eseguire. La combinazione di queste sostanze farmacologiche induce in uno stato ipnoico cosciente, che può durare dai 20 ai 40 minuti dall’inizio della somministrazione. Durante la sedazione il paziente viene attentamente monitorato.
Questa tecnica è assolutamente sicura dal punto di vista clinico. Le differenze con la precedente riguardano: la metodologia, la complessità dell’intervento e l’impossibilità di guidare o svolgere azioni particolari, dopo il trattamento. È fortemente consigliata per i cardiopatici e gli ipertesi.

 


I vantaggi della sedazione cosciente

Grazie alla sedazione cosciente, il paziente, pur essendo particolarmente rilassato, resta sveglio e collaborante per tutto il trattamento. Ciò comporta una particolare rapidità d’azione e di eliminazione degli effetti post intervento. Presenta scarsi effetti collaterali ed inoltre, limitando il numero delle sedute, comporta un notevole abbassamento dei costi finali.
Può essere utilizzata in quasi tutti i trattamenti odontoiatrici e gli interventi orali, dall’implantologia alle cure canalari, dalle terapie gengivali alle estrazioni dentali, dalla cura delle carie all’inserimento delle protesi.


A quali pazienti consigliare la sedazione cosciente


Si tratta di una soluzione sicura, non invasiva e scientificamente dimostrata. Fino ad oggi non ha avuto controindicazioni sui pazienti che l’hanno provata. È adatta a tutte le persone che soffrono di odontofobia, in particolar modo, è molto consigliata per i bambini, i malati psichici, i disabili poco o non collaboranti e gli anziani. Mentre è fortemente sconsigliata per le donne in stato di gravidanza (nei primi 3 mesi), per chi usa antidepressivi e per chi soffre di particolari patologie respiratorie e mediche.

La sedazione cosciente ha permesso di stabilire un solido rapporto di fiducia tra paziente e odontoiatra. Grazie a questa tecnica il dentista è riuscito a superare situazioni particolarmente ardue e lavorare in totale tranquillità.  La sicurezza, la serenità e la professionalità, sono tutti requisiti fondamentali per una buona riuscita dell’intervento. Andare dal dentista non sarà più motivo di stress, finalmente puoi dire addio alla paura e tornare a sorridere senza incertezze!

 


Studio Dentistico Dr. Michele Giudice
Salerno

declino responsabilità | privacy

Albo provinciale di Salerno 7441

PI 02788720650

 

AVVISO: Le informazioni contenute in questo sito non vanno utilizzate come strumento di autodiagnosi o di automedicazione. I consigli forniti via web o email vanno intesi come meri suggerimenti di comportamento. La visita medica tradizionale rappresenta il solo strumento diagnostico per un efficace trattamento terapeutico.

©2016 Tutti i testi presenti su questo sito sono di proprietà delDr. Michele Giudice

www.dentisti-italia.it